Registratore di cassa e chiusura fiscale

Oggi analizziamo insieme una questione legata al mondo dei registratori di cassa: la chiusura fiscale. Per molti commercianti è ancora un mistero se effettuare o meno la chiusura fiscale entro la mezzanotte. Noi della Office Line Russo vogliamo fare chiarezza sul punto spiegando qualche normativa in merito.

Secondo il Decreto Ministeriale 23/03/1983, la chiusura giornaliera fiscale del registratore di cassa va effettuata per ogni giorno di attività. Per far si che la chiusura fiscale sia valida, devono emergono dati come l’intestazione dell’attività comprensiva di Partita IVA; gli incassi giornalieri e quelli cumulativi del registratore di cassa. Il numero degli scontrini fiscali, quelli non fiscali, il progressivo delle chiusure e la data e ora dell’emissione della stessa.

La chiusura giornaliera fiscale del registratore di cassa va effettuata per ogni giorno di attività. Ecco le procedure e gli obblighi.

Fondamentali sono anche il logotipo fiscale ed il numero di matricola dell’apparecchio misuratore fiscale.

La normativa fiscale prevedeva che per le attività di tipo generico, la chiusura deve essere eseguita entro le ore 23.59 del giorno di emissione del primo scontrino fiscale, nel caso in cui l’attività prosegua anche tale orario. Clausola particolare invece era per le attività che si occupano di intrattenimento e spettacolo regolate dal Decreto del Presidente della Repubblica 30/12/1999 articolo 1 comma 4, nel quale si stabilisce che “per gli esercizi la cui attività si protrae oltre le ore ventiquattro, il documento riepilogativo è emesso al termine dell’effettivo svolgimento della attività, con riferimento alla data di inizio dell’evento“.

Questo vuol dire che per questi tipi di locale (che includono ristoranti, bar, birrerie, gelaterie), la chiusura era possibile anche oltre la mezzanotte. Con le nuove proposte dell’Agenzia delle Entrate, invece, si estende a tutte le attività commerciale la disposizione del DPR n. 544 del 1999, articolo 1, comma 4, e quindi che la chiusura sia fatta a termine attività.

Clausola importa è l’obbligo di effettuare la chiusura del registratore di cassa, anche se il totale incassato è pari a zero. Non va emessa chiusura fiscale nel caso in cui il locale sia chiuso per ferie, malattia, lutti o infortuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *